La necessità di ricevere un visto per motivi turistici per recarsi in Costa Rica ed il tempo di permanenza nel Paese dipende dal Paese di origine della persona interessata. È possibile consultare la lista dei requisiti per i cittadini dei diversi Paesi del mondo qui. (www.migracion.go.cr)

I cittadini italiani, nonché i cittadini provenienti da Paesi appartenenti al primo gruppo (“Grupo ingreso sin Visa Consular”), non necessitano di un visto per entrare in Costa Rica come turisti e possono permanere sul territorio nazionale fino ad un massimo di 90 giorni, qualora presentino un passaporto in corso di validità ed un biglietto di uscita dal Costa Rica entro un limite di 90 giorni, come indicato. La validità residua del passaporto (1 giorno o 3 mesi) dipende dal Paese di origine del viaggiatore, come indicato nella lista.

I cittadini dei Paesi del secondo gruppo (“Grupo ingreso con Visa Consular o Restringida”) residenti in Italia possono entrare in Costa Rica come turisti senza presentare un visto, e rimanere nel Paese per un periodo massimo di 30 giorni, conformemente con le seguenti regole:

  1. Devono essere in possesso di un passaporto con validità residua di al meno 6 mesi (contati a partire dall’eventuale ingresso in Costa Rica); e
  2. Devono essere in possesso di un visto dagli Stati Uniti (B1-B2, D, C1/D di ingresso multiplo) o dal Canada (visto multiplo); o
  3. Di un permesso di soggiorno di un Paese Membro dell’Unione Europea, o di un altro Paese inserito nella lista “Grupo ingreso sin Visa Consular”, in formato tessera, con una vigenza di almeno sei mesi contati a partire dall’eventuale ingresso in Costa Rica;
  4. In quest’ultimo caso, devono portare con sé al momento dell’ingresso in Costa Rica una traduzione giurata in spagnolo del testo contenuto nel permesso di soggiorno, con l’Apostilla dell’Aja. In Italia, l’Apostilla delle traduzioni si ottiene presso la Procura della località del richiedente.

Qualora il permesso di soggiorno del richiedente fosse per asilo o rifugio, avesse una validità inferiore ai 6 mesi o il documento corrispondente fosse presentato in formato cartaceo, così come in tutti gli altri casi non contemplati nelle regole anteriori, sarà indispensabile richiedere il visto in Consolato. In alcuni di questi casi, il Consolato rivolgerà la domanda alla Dirección General de Migración y Extranjería del Costa Rica, la quale prenderà una decisione circa la concessione del visto.

IMPORTANTE: L’esenzione di un visto o il visto concesso dal Consolato rappresentano soltanto un’aspettativa di ingresso in Costa Rica. La decisione finale circa tale ingresso è a discrezione delle autorità doganali di frontiera costaricensi nel momento del corrispondente controllo.

REQUISITI PER LA CONCESSIONE DI UN VISTO

Visto consolare per turismo

  • La richiesta di un visto deve includere: nome e cognome completi, nazionalità, numero del passaporto, indirizzo esatto di residenza, professione o mestiere svolto, data e luogo di nascita; motivo e periodo del viaggio, luogo e data approssimativa dell’entrata e dell’uscita dal Costa Rica, indirizzo del luogo presso il quale si alloggerà in Costa Rica, indirizzo di posta elettronica, data e firma;

  • Passaporto con validità residua di sei mesi, e fotocopia del documento nella sua totalità;

  • Estratto di nascita, apostillato;

  • Certificato di precedenti penali (in Italia: certificato dei carichi pendenti e certificato generale del casellario giudiziale), apostillato;

  • Preventivo del biglietto aereo;

  • Documenti che dimostrino i mezzi economici per il soggiorno in Costa Rica (saldo bancario, contratto di lavoro), apostillato;

  • Ricevuta di pagamento della tassa di richiesta visto (US$ 32,00). Qualora il Consolato dovesse consultarsi con la Dirección General de Migración y Extranjería del Costa Rica, il costo della tariffa di richiesta visto sarà di US$ 52,00. Potete richiedere i dati del Conto Bancario del Consolato, sul quale effettuare il pagamento, via telefono o email;

  • Si comunica che sarà a discrezione del Console richiedere requisiti addizionali.

IMPORTANTE: Tutti i documenti indicati dovranno presentare la Apostilla dell’Aja (in Italia si ottiene in Procura o presso la Prefettura della località del richiedente) ed essere tradotti in spagnolo da un traduttore giurato o ufficiale. Anche tale traduzione deve presentare la Apostilla.

Visto consolare provvisorio per le categorie speciali di studenti, ricercatori, docenti e volontari e i loro dipendenti

  • Gli stessi del visto consolare per turismo;

  • Inoltre, si deve allegare la lettera di accettazione del centro studi costaricense che dovrà indicare se il richiedente è studente, accademico, ricercatore o volontario ed il periodo di permanenza in Costa Rica.

Visto provvisorio per residenti temporanei come religiosi o religiose

  • Gli stessi del visto consolare per turismo;

  • Inoltre, si deve allegare la lettera della congregazione religiosa alla quale appartiene il richiedente, indicandone le mansioni ed il periodo di permanenza in Costa Rica; e

  • Certificato emesso dalla Dirección de Culto che indichi che la congregazione religiosa sia iscritta presso il Ministero degli Affari Esteri e Culto del Costa Rica.

Visto provvisorio per possibili residenti temporanei o permanenti

  • Gli stessi del visto consolare per turismo;

  • Inoltre, si deve allegare una certificazione del Registro Civil (anagrafe) del Costa Rica che dimostri il vincolo con un costaricense (si può richiedere on-line qui).

IMPORTANTE: Se il Paese di origine del richiedente non aderisce alla Convenzione dell’Aja sulle Apostille, i certificati emessi dovranno essere legalizzati dal suo Ministero degli Affari Esteri e dal Consolato del Costa Rica presso quello Stato.

I consolati del Costa Rica in Italia chiariranno con piacere qualsiasi vostro dubbio circa i tramiti ed i requisiti per recarsi in Costa Rica (si veda la sezione “Contatti”).