L’Ambasciatore

È attualmente Ambasciatore del Costa Rica in Italia. È stata professoressa all’ “Universidad de Costa Rica” e all’ “Universidad Nacional de Costa Rica” oltre ad aver tenuto lezioni in prestigiose università della regione e di tutto il mondo.

Messaggio dell’Ambasciatore

Il Costa Rica e l’Italia intrattengono rapporti di stretta amicizia da quasi un secolo. Nel 1861 il Costa Rica ha riconosciuto il re Vittorio Emanuele II come sovrano dell’ Italia unificata. Un anno dopo, il 14 aprile del 1863, i due stati hanno sottoscritto un Trattato di Amicizia, Navigazione e Commercio.

I funzionari dell’Ambasciata

I funzionari dell’Ambasciata sono Giovanna Valverde Stark (Affari Ambientali e Commerciali) e Carla Sierra Zúñiga (Affari Culturali, Accademici e Turistici).

Il Consolato

Costaricensi

I passaporti possono essere rilasciati unicamente nel Consolato generale di Roma, attraverso un sistema informatico in diretta connessione con la “Dirección General de Migración y Extranjería” di San José. Approfondimenti

Emissione e/o rinnovamento del Documento d’Identità (e cambio di domicilio elettorale). Approfondimenti

Il lasciapassare è concesso in casi di urgenza opportunamente giustificati (Per esempio, in casi di deportazione o di furto o smarrimento del passaporto in prossimità del viaggio di ritorno per il Costa Rica).  Approfondimenti

Iscrizioni al Registro Civile, richiesta di antecedenti penali e Nulla Osta. Approfondimenti

Stranieri

La necessità di ricevere un visto per motivi turistici per recarsi in Costa Rica ed il tempo di permanenza nel Paese dipende dal Paese di origine della persona interessata. È possibile consultare la lista dei requisiti per i cittadini dei diversi Paesi del mondo qui Approfondimenti

Le attività lavorative sono interamente proibite agli stranieri senza residenza legale in Costa Rica. Le categorie di eleggibilità più comuni per ottenere la residenza temporanea (2 anni) in Costa Rica sono le seguenti: Approfondimenti

Trasporto di salme e di animali. Approfondimenti

Notizie

Il Consiglio dei Delegati dell’IILA incontra le autorità di Genova

DSC_0279DSC_0358

 

 

 

 

 

La Sig.ra Ambasciatore Cristina Eguizábal, vicepresidente dell’Organizzazione Internazionale Italo-Latino americana (IILA), ha fatto parte della delegazione che il 17 e 18 maggio visitò la città di Genova, con un’agenda molto fitta d’impegni.

 

L’IILA ha firmato un Accordo di Cooperazione con la Fondazione Casa America di Genova. I signori delegati, inoltre, si sono riuniti con il sindaco Marco Bucci, con il direttore dell’Acquario Giovanni Battista Costa, con il presidente della Camera di Commercio Paolo Odone e con il Segretario Generale dell’Autorità portuale Marco Sanguineri. Quest’ultimo incontro ha avuto luogo nella sede di Palazzo San Giorgio, dove è stata esposta la mostra “IILA, un sogno italo-latino americano”.

 

La Sig.ra Ambasciatore, inoltre, ha visitato l’Università di Genova, dove ha incontrato docenti e studenti latino americani.

 

DSC02259

Il caffè del Costa Rica al Milano Coffee Festival

La Sig.ra Ministro Consigliere e Console Generale, Giovanna Valverde Stark, ha partecipato alla I edizione del Milano Coffee Festival, tenutosi a Milano dal 19 al 21 maggio. La Sig.ra Valverde ha tenuto una conferenza su questo “chicco d’oro”, com’è chiamato il caffè in Costa Rica.

Il Costa Rica aveva uno stand insieme a Coopedota. All’evento hanno partecipato 10 000 visitatori e questo ci ha permesso di posizionare il caffè del Costa Rica sul mercato italiano e di consolidare un piano d’incontri molto interessante per Coopedota.

La Sig.ra Valverde ha colto l’occasione per incontrare i costaricensi residenti a Milano, invitarli a conoscersi tra loro e attuare pratiche consolari. Possiamo dire che è stato un fine settimana davvero produttivo!

Grazie a Brigitte Aguilar, collaboratrice di Procomer a Torino, per il suo prezioso sostegno.

2 43

Documenti

Discorso della Sig.ra Ambasciatore per il 196 anniversario dell’Indipendenza

Qui di seguito potrete leggere il messaggio, in italiano, pronunciato dalla Sig.ra Ambasciatore Cristina Eguizábal Mendoza durante la celebrazione del 196 anniversario dell’Indipendenza, realizzata il 14 settembre 2017 presso la sede dell’Istituto Italo – latino americano (IILA). La cerimonia è stata organizzata dalle Ambasciate di Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras e Nicaragua.

Discurso 140917-final

Voto all’estero: i Costaricensi dovranno registrarsi entro il 3 ottobre per votare alle prossime elezioni

I consolati si occupano del processo di registrazione.

 

Ogni quattro anni i costaricensi si recano alle urne per prendere parte all’esercizio democratico di scegliere i propri governanti. Dal 2014, anche quelli che risiedono fuori dal Costa Rica possono partecipare a questa festa elettorale. Tuttavia prima devono eseguire il processo di registrazione o aggiornamento del domicilio elettorale, che in questo caso dovrà essere fatto prima del 3 ottobre, data in cui si chiude il Registro Elettorale Nazionale.

Tutti i costaricensi che non si troveranno nel paese il giorno delle elezioni nazionali potranno votare; sempre che abbiano compiuto i 18 anni di età prima del giorno delle elezioni, che prima del 3 ottobre abbiano fatto richiesta della carta  d’identità, che si siano registrati e che  abbiano aggiornato il loro domicilio elettorale.

 Vi sono tre opzioni per registrarsi:

 –         Attraverso il sito web del TSE.

Chiunque scelga questa opzione dovrà avere a portata di mano una carta d’identità valida, con una data di scadenza maggiore o uguale al 4 febbraio 2017. Cliccare qui:

https://servicioselectorales.tse.go.cr/votoextranjeroexterno

 –         Procedura personale presso il consolato.

La persona dovrà presentare una fotografia formato passaporto, portare la carta d’identità in corso di validità e riempire un modulo. Coloro che richiedano la carta d’identità in un consolato potranno indicare il loro nuovo luogo di voto, in quel momento.

 –         Procedura personale in Costa Rica.

Questo processo è adatto a chi già sa che il giorno delle elezioni non sarà in Costa Rica. Dovrà richiedere un cambio di domicilio elettorale presso l’ufficio TSE più vicino.

 Chi ha già eseguito una delle procedure sopracitate, o non desidera cambiare il suo domicilio elettorale, non dovrà realizzare alcuna procedura aggiuntiva.

 Il primo processo di voto all’estero risale alle elezioni nazionali del 2014; in quella data il registro elettorale contava 12.654 costaricensi e si registrò una partecipazione di 2.771 elettori al primo turno e 1.947 al secondo. Attualmente il registro all’estero è di 28.373 persone.

 Entrare alla sezione “Voto all’estero” su www.rree.go.cr per consultare i consolati abilitati ad offrire il servizio.

Empadronamiento en Honduras Ministro Consejero Sol Villa Michell (izq)voto en el exterior

Costa Rica

Generalità

Storia

Business

Ambiente